Umanità Nova 19 febbraio 1972 – Comunicato stampa della F.A.I.

Il 23 febbraio p.v. avrà inizio il processo contro Pietro Valpreda, Roberto Gargamelli, Emilio Borghese, Emilio Bagnoli, Enrico Di Cola, imputati della «strage di Stato».

L’accusa, costruita secondo un piano prestabilito dal sistema, con strumenti polizieschi e giudiziari di matrice fascista, tendeva e tende a reprimere tutto un movimento che, avendo acquistato maggior coscienza e forza e soprattutto volontà di muoversi autonomamente e fuori dalle direzioni di partito e delle varie confederazioni sindacali, con le lotte dell’autunno caldo del ’69 aveva ed ha costretto l’organizzazione capitalistica ad utilizzare 1’«escalation» della violenza culminata con la strage di piazza Fontana per tentare un colpo di Stato.

Il sistema per difendersi non ha esitato a ricorrere al terrore di Stato, alla strage, al massacro di decine di cittadini e, conseguentemente, alla calunnia, incolpando chi con le bombe di Milano non c’entrava per niente.

Gli accusati sono innocenti.

Il processo di Roma dovrà dimostrare non solo la estraneità degli attuali imputati ai delitti loro contestati, fatto questo ormai acquisito nella coscienza di tutti i lavoratori, ma soprattutto la responsabilità dei veri colpevoli e dei loro mandanti, che non possono essere se non coloro ai quali giovava e giova la strategia della tensione e la conservazione dell’attuale regime fondato sulla ingiustizia e sullo sfruttamento.

Commissione di Corrispondenza della F.A.I.

Annunci

Tag: , , , , , , ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: