A rivista anarchica n41 Ottobre 1975 Nuovi processi all’anarchico Marini di La Redazione

Il compagno Giovanni Marini, già condannato in Appello a nove anni di carcere perché “colpevole” di non essersi fatto ammazzare dai fascisti salernitani, sarà nuovamente processato tra pochi giorni. Il 7 ottobre a Roma sarà giudicato insieme al direttore dell’Espresso Livio Zanetti per una coraggiosa intervista rilasciata a quel settimanale romano. Il giorno seguente sarà trasferito a Potenza per un altro processone che vedrà come “parti lese” il presidente del Tribunale di Salerno Fiengo, il procuratore generale Zarra, il Pubblico Ministero Lamberti, il direttore del carcere di Salerno Fristachi e numerose guardie carcerarie. Tutti questi signori si sono sentiti lesi nella “onorabilità” dalle accuse-verità rese note dal nostro compagno durante i dibattimenti processuali.

La giustizia di stato, non contenta di perseguitare un rivoluzionario per il suo coraggio antifascista, si sta prendendo cura anche dell’Avv. Giugliano Spazzali, uno dei difensori di Marini. Gli è giunto infatti in questi giorni un avviso di reato per violazione di domicilio: egli si sarebbe reso colpevole di aver attraversato i cancelli dell’Alfa Romeo per condurre insieme a medici ed esperti di igiene del lavoro (su richiesta del consiglio di fabbrica) un’inchiesta sulla nocività in quella fabbrica di stato.

Annunci

Tag: , , ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: