1972 03 18 Umanità Nova – Scoperti gli ideatori e gli autori della strage

1972 03 18 Umanità Nova – Scoperti gli ideatori e gli autori della strage

 

Quante volte in due anni su queste pagine abbiamo additato nella cricca che ruotava intorno a questi nomi i responsabili della strage?

Quante volte abbiamo scritto che gli autori ed i mandanti della strage del 12 dicembre ’69 erano gli stessi che avevano ideato ed effettuato, in un unico disegno criminale, tutta una lunga serie di attentati, tra cui i più clamorosi erano quelli del 25 aprile e quelli dell’8 agosto?

Quante volte abbiamo chiesto, e lo hanno chiesto gli avvocati in circostanziate memorie difensive, che i procedimenti di questi attentati, attribuiti tutti agli anarchici e per i quali le canaglie di Milano ci hanno assassinato il compagno Pinelli, venissero unificati?

Perchè Cudillo ed Occorsio, malgrado fossero diligentemente ed insistentemente bombardati con precise indicazioni sulla responsabilità dei personaggi del giro di Freda, Ventura e Rauti e sui loro legami con i fascisti colonnelli greci, non hanno voluto sentire ragioni?

E per finire con gli interrogativi, che si aspetta, ora che tutto è più che chiaro, a liberare gli anarchici innocenti?

Montagne di esplosivo proveniente dalla NATO, proprio di quel tipo di cui si parla nella perizia balistica effettuata per iniziativa dell’avvocato Armentano.

Testimonianze schiaccianti, inconfutabili, sul possesso delle cassette metalliche, del materiale per confezionare i micidiali ordigni, su precise ammissioni di colpevolezza, una lunga serie di prove concomitanti e convergenti, se non bastano ancora per inchiodare definitivamente i responsabili dovrebbero bastare per liberare gli innocenti che da 27 mesi l’infame «ragion di Stato» trattiene arbitrariamente in galera.

Si, lo sappiamo, al di sopra dei pesci relativamente piccoli che sono incappati nella rete ci sono i pescicani della grossa industria, i complici dell’apparato, gli strateghi del colpo di Stato, tutta la camarilla d’alto bordo della congiura. Ma siamo arcistufi delle manovre dilatorie ed abbiamo mille motivi per temere che anche questa volta si voglia affossare la verità per non compromettere persone troppo in alto. Tenetevela pure tra i piedi questa gentaglia, sapete chi è e sapete pure che noi li conosciamo e li riteniamo degni di certa magistratura, di certa polizia, di tutto un apparato statale, sono tutte canaglie dello stampo che sapete, degne dell’ingranaggio connivente che li protegge.

Sapete, come sappiamo noi, perchè sono scritti su La strage di Stato, i loro nomi, il nome e cognome di quell’industrialone ladro sfruttatore nazifascista che con l’editoria ed il petrolio succhia il sangue di milioni di lavoratori. Tenetevelo, teneteveli nell’apparato parassitario dello Stato finché la classe operaia, svegliandosi, non farà piazza pulita di tanto marciume, ma liberate i compagni innocenti. Avrete poi, se vorrete, tutto il tempo per risolvere la questione in famiglia, per archiviare tutto quello che vorrete, anche gli altri immancabili ritrovamenti di arsenali di armi e di esplosivo che potrete definire, come al solito, «collezioni».

Troppa gente è morta «misteriosamente», troppi compagni abbiamo perduto in questa sporca strage di Stato; ci avete ammazzato Pinelli, ci avete perseguitati con violenze di ogni genere e con la galera di giovani innocenti, perchè si possa attendere ancora, senza urlarvi in faccia il nostro disprezzo, senza ribadire la nostra certezza che gli uccisori di Pinelli e i manipolatori ed affossatori della verità sulla strage sono obiettivamente complici degli assassini che hanno ideato ed attuato la strage.

Annunci

Tag: ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: