1972 11 4 Umanità Nova – Il processo: dove, quando, come

 

Tutto questo assurdo e snervante scaricabarile di decisioni e responsabilità, anche se è condotto nel rispetto delle norme, non è affatto normale e dimostra che si seguita ad adottare tutti i cavilli e tutte le lungaggini possibili ed immaginabili per perdere tempo e rinviare al massimo un processo che, ovunque e comunque venga espletato, si tramuterà, fin dalle prime battute, in un processo contro lo Stato ed i suoi apparati.

La difesa ha concordato di non opporsi per nessun motivo alla decisione sulla sede del processo e ciò per non rendersi anche involontariamente complice delle manovre dilatorie in corso ormai da anni, e motivi di opposizione ve ne sarebbero e non pochi: basterebbe la posizione di «incompatibilità» in cui si è posto il presidente della corte di assise Scuderi formulando il parere che il procedimento contro Valpreda e compagni debba essere unificato con quello in istruttoria contro Freda e Ventura.

Questo problema della unificazione dei due procedimenti, che sul piano strettamente giuridico ha qualche serio fondamento, sul piano politico è l’ultima àncora di salvezza, l’ultima canagliata che stanno tentando le forze reazionarie e fasciste per salvare il salvabile dell’infame teoria sugli opposti estremismi e per imbrogliare le carte nella speranza di evitare lo ergastolo ai Freda e Ventura per insufficienza di prove.

Un provvedimento del genere doveva essere preso dalla corte d’assise di Roma in occasione del processo recusato da Falco con l’annullamento della sentenza istruttoria di Cudillo, la remissione degli atti al P.M. e la scarcerazione degli imputati, ma ciò, calpestando il diritto e la logica, non fu fatto per non discreditare irreparabilmente la «competente» magistratura e per ossequio a quella volontà politica che ha presieduto fin dal principio tutte le fasi della vicenda. Ora che il processo a Valpreda e compagni ha perso completamente ogni significato ed ogni immediata implicazione giuridica (perché comunque questi imputati dovranno essere messi in libertà per scadenza dei termini di carcerazione preventiva) per assumere integralmente il significato ed il peso di un processo politico contro le istituzioni, dobbiamo opporci al disegno che vuole accostare sullo stesso banco degli accusati Gargamelli, Borghese e Valpreda ai nazisti Ventura e Freda.

Non esiste assolutamente nessuna connessione tra i due procedimenti, neanche la più lontana ipotesi, per quanto azzardata e romanzesca, può legare in qualche modo i protagonisti dell’una e dell’altra inchiesta. Se infatti i fili della provocazione fascista per incastrare Valpreda e compagni partono dalla cellula nera e passano per le squadre politiche di Roma e Milano, direttamente o tramite il ministero degli interni, dove si è intrecciata la trama accusatoria, la «pista nera» di tutti gli attentati del ’69 ha fatto la stessa strada, ma solo per essere aiutata, protetta e nascosta.

Ormai quasi tutte le complicità con gli autori della strage che da anni andiamo denunciando stanno venendo a galla ed altre ne emergeranno quanto prima. Ormai nessuno può più far finta di non sapere che l’inchiesta sugli anarchici, a partire dalle bombe del 25 aprile alla stazione ed alla fiera di Milano, è stata prefabbricata da una certa ben individuata polizia con la connivenza di una certa ben nota magistratura e questo è più che sufficiente per scagionare completamente i compagni e ricostruire, anche nei dettagli, le connessioni e le connivenze degli organi dello Stato con gli ideatori e gli autori della strage di Stato.

Sia pure, quindi, Catanzaro o dintorni ad istruire questo processo; si facciano quindi pressioni perché ciò avvenga al più presto, comunque non oltre il prossimo autunno ed indipendentemente all’unificazione dei due procedimenti, non solo perché politicamente è inammissibile e provocatoria, ma anche perchè tende a manipolare in un unico minestrone procedurale vittime e colpevoli con il chiaro scopo di confondere l’opinione pubblica e ridare una certa credibilità alla giustizia di Stato.

 

Annunci

Tag: , , , , ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: