1973 03 31 Umanità Nova – Fascisti e provocatori di Stato

1973 03 31 Umanità Nova - Fascisti e provocatori di Stato

 

Da qualche mese è ripresa l’offensiva cartacea dei comunicati e volantini apocrifi che, distribuiti in varie località e spediti in migliaia di esemplari da diverse città, tendono a confondere le idee, intorbidire le già fetide paludi in cui guazzano i più grossi scandali nazionali (strage di Stato, intercettazioni telefoniche ecc.) e, soprattutto, a creare un clima di paura e di ricatto intorno a quelle centrali del potere politico ed economico che, più o meno compromesse con le cellule fasciste esecutrici materiali di tanti misfatti, stentano a trovare la strada del basso compromesso per sanare, con un colpo di spugna, la pericolosa situazione giudiziaria in cui costoro si sono cacciati.

Si tratta di una manovra scopertamente mistificatoria che mira a colpire, con una falsa vernice di sinistra, canaglie fasciste come Orsi e Ventura, se non altro per avvalorare la tesi degli opposti estremismi.

Tutto questo è risaputo e non ne parleremmo se gli ultimi comunicati e volantini, sottoscritti di volta in volta: «amici di Freda», «compagni di Ventura», «brigate rosse», «movimento dei comunisti d’Italia (marxisti-leninisti)» ecc. non ci risultassero inequivocabilmente, da dati in nostro possesso, concepiti, compilati, ciclostilati e diffusi da una stessa fonte.

Il contenuto di questi documenti mistificatori, quando sono firmati da presunti raggruppamenti di sinistra, come le fantomatiche «brigate rosse» od il sedicente «movimento dei comunisti d’Italia» è violentemente e verbosamente antifascista ed antiriformista e provocatoriamente esalta il terrorismo.

La centrale di questi spudorati falsari è dislocata nel triangolo Padova-Bologna-Ferrara

Advertisements

Tag: ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: