1969 12 14 Paese Sera p2 – Le Monde: attentati di estrema destra

1969 12 14 Paese Sera p2 - Le Monde Attentati di estrema destra

Le Monde: attentati di estrema destra

 

PARIGI, 14 – L’intera stampa francese dà grande rilievo agli attentati sanguinosi avvenuti venerdì a Milano e a Roma. Di particolare interesse sembra ciò che scrive Le Monde: «Sul piano politico, la gravità della situazione creata da attentati di questa importanza, è tale da rafforzare la posizione del governo di Rumor e di scartare, almeno, nell’immediato, la minaccia di una crisi ministeriale. Tuttavia è evidente che l’appartenenza politica degli autori degli attentati, se potranno essere identificati, giocherà un ruolo capitale nell’evoluzione della situazione romana. La colpa dei gruppetti di estremisti di sinistra rafforzerebbe la tendenza a formare un “gabinetto d’ordine” di centro-destra; mentre nell’ipotesi avversa la scoperta di una macchinazione neo-fascista, accrediterebbe le voci di un “complotto greco” recentemente diffuse in Italia e faciliterebbe la formazione di un governo ” bicolore” tra socialisti e democristiani ».

La corrispondenza da Roma che il giornale pubblica sostiene nettamente l’ipotesi che gli attentati siano stati preparati da gruppi di estrema destra. Le Monde sottolinea che «pochi istanti dopo queste esplosioni, le strade di Roma furono percorse da gruppi di attivisti che distribuivano dei manifestini con appelli alle forze armate per stabilire l’ordine, mentre si lanciavano, attraverso altoparlanti, degli slogans contro i «rossi» e «il terrorismo». Si sono visti in via del Corso volare dei manifestini che denunciavano «la resa della nazione».

Più avanti il giornale spiega che non si capisce «come e perché dei piccoli gruppi estremisti di sinistra avrebbero potuto commettere dei simili attentati. Senza dubbio i loro giornali predicano continuamente la violenza in forme sempre più scatenate. Ma la loro organizzazione è cosi avanzata da poter prestabilire al minuto gli avvenimenti come quelli che si sono svolti venerdì a Milano e a Roma? E’ permesso di dubitarne».

Si è appreso, intanto, che speciali misure di sicurezza sono state prese nella capitale francese; secondo alcune fonti esse potrebbero essere in relazione (ma la cosa non è ufficialmente confermata) con gli attentati terroristici perpetrati ieri l’altro a Milano e a Roma.

MOSCA, 14 – «Si può fin d’ora affermare che gli atti di terrorismo in Italia sono legati al clima di paura e di provocazioni quotidiane che le camicie nere (formate da bande neofasciste e da altri gruppi estremisti) hanno cercato di creare nel paese». Questo il giudizio contenuto in una lunga corrispondenza della TASS da Roma. L’agenzia, così come il giornale del governo, le Izveztia, riferisce con ampiezza di particolari sulle tragiche esplosioni di Milano e di Roma. Le azioni dinamitarde «che hanno creato un clima di allarme», vengono messe in relazione ai tentativi di fare precipitare a destra la situazione politica.

 

Annunci

Tag: ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: