1971 06 19 l’Unità p5 – Altro rinvio per la perizia su Pinelli. Si deciderà ad ottobre – Posizione del Consiglio superiore della magistratura sul caso Biotti

1971 06 19 Unità p5 - Altro rinvio per la perizia su Pinelli

Mentre lo scandalo si allarga

Altro rinvio per la perizia su Pinelli

Si deciderà ad ottobre – Posizione del Consiglio superiore della magistratura sul caso Biotti

 

Milano, 18 – Come previsto, la decisione relativa alla perizia sui resti di Pinelli, che avrebbe dovuto essere presa oggi, è stata rinviata al 6 ottobre prossimo. E’ noto che, dopo l’ordinanza del tribunale presieduto dal consigliere Biotti che disponeva l’accertamento, il patrono di Calabresi, avvocato Lener, aveva sollevato incidente di esecuzione per contestarlo; e tale incidente avrebbe dovuto essere discusso dallo stesso tribunale in camera di Consiglio, appunto nel pomeriggio di oggi.

Se non che nel frattempo lo stesso Lener ha chiesto ed ottenuto dalla corte di Appello la sostituzione del presidente Biotti, questi da parte sua è ricorso in Cassazione; e così, rimanendo aperto il procedimento di ricusazione, il problema della perizia non ha potuto essere risolto.

Nel palazzo di Giustizia intanto, dopo la giustificata protesta dei due magistrati Martino e Bruti Liberati coinvolti nello scandalo senza possibilità di difendersi, e il ricorso al Consiglio superiore degli altri due magistrati, Caizzi e Amati, responsabili dell’archiviazione del caso Pinelli, e per questo attaccati da un gruppo di uomini di cultura, si moltiplicano i commenti e le reazioni.

Tra queste ultime occorre segnalare le raccolte di firme promosse apparentemente da singoli avvocati a favore di Biotti come del Caizzi e dell’Amati. Diciamo subito che queste iniziative rischiano di essere interpretate come una forma di servilismo clientelare.

Intanto il consiglio superiore della magistratura ha reso noto che in relazione alla deliberazione adottata nella seduta di ieri 17 giugno di inizio di procedura di trasferimento di ufficio del dott. Carlo Biotti e di sospensione della procedura di promozione dello stesso a consigliere di cassazione, accogliendo la richiesta già da tempo formulata dal consigliere Adolfo Berie d’Argentine, sta compiendo approfondite indagini per accertare quale fondamento abbia quanto si è detto e scritto sul conto del medesimo consigliere Beria con riferimento al processo Calabresi-Baldelli.

 

 

Advertisements

Tag: , , , , , ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: