1970 04 4 Paese Sera – I testi diranno tutto su Pinelli. L’inchiesta sulla morte dell’anarchico milanese

1970 04 4 Paese Sera - I testi diranno tutto su Pinelli

L’inchiesta sulla morte dell’anarchico milanese

I testi diranno tutto su Pinelli

Convocati per il 6 aprile un deputato, due giornalisti, un medico e un dipendente dell’ospedale.

di G. M.

 

 

Dal nostro corrispondente

Milano, 4. – Si va avanti a forza di richieste. Se i legali della vedova di Pinelli non avanzassero, quasi di settimana in settimana, le loro istanze, come procederebbe dunque l’inchiesta? E’ proprio il caso di chiederselo. È stato su richiesta dei patroni della famiglia dell’anarchico morto tragicamente in questura che, giorni fa, è stato ascoltato il questore dottor Guida. Ora, è sempre su istanza dei legali della vedova di Pinelli che il dottor Caizzi ha deciso di convocare, per il 6 aprile prossimo, altri cinque testimoni.

Si tratta dell’on. Alberto Malagugini, della giornalista de «L’Espresso» Camilla Cederna, della giornalista de «l’Unità» Renata Bottarelli, del dottor Nazzareno Fiorenzano, medico al Fatebenefratelli, e del signor Mario Pozzi, lettighiere dello stesso ospedale. I primi tre testi dovrebbero essere interrogati in merito alla conferenza stampa tenuta in questura dal dottor Guida subito dopo la morte del «Pino» («Il suo alibi era crollato», disse allora il questore, «il suo tragico gesto costituisce una sorta di autoaccusa»). Il dott. Fiorenzano e il signor Mario Pozzi dovrebbero, invece, precisare circostanze niente, affatto secondarie ai fini dell’inchiesta. Quali ferite presentava infatti Giuseppe Pinelli al momento del suo ricovero in ospedale? Che cosa gli riscontrarono i medici che lo videro per primi? Queste le domande cui potrà rispondere il dottor Fiorenzano, che, assieme al dott. Bottani, visitò appunto Giuseppe Pinelli subito dopo il ricovero. Ora, la domanda che sorge spontanea è questa: perché testi di così rilevante importanza non sono stati convocati prima? E se i legali della famiglia Pinelli non avessero raccolto i loro nomi, sarebbero stati forse ascoltati? Tutta l’inchiesta sulla morte dell’anarchico suscita una fitta serie di interrogativi cui sarebbe bene rispondere.

 

Annunci

Tag: ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: