1970 05 4 Conclusa la protesta dei giovani anarchici. Sono scesi dalle mura di Porta San Giovanni

1970 05 4 Conclusa la protesta degli anarchici

Sono scesi dalle mura di Porta San Giovanni

Conclusa la protesta dei giovani anarchici

Sono stati denunciati a piede libero per manifestazione non autorizzata

 

Dopo quarantotto ore il gruppo degli anarchici milanesi è sceso dalle torri delle mura di Porta San Giovanni dove avevano dato luogo ad una manifestazione di protesta per la versione ufficiale data dalle autorità sulla morte di Giuseppe Pinelli e per l’arresto di Pietro Valpreda. Erano in undici, mentre altri due si sono limitati a rimanere ai piedi delle mura distribuendo ai passanti dei volantini. Sono stati tutti denunciati a piede libero per manifestazione non autorizzata. Inoltre uno è stato accusato di calunnia nei confronti di un agente di pubblica sicurezza dal quale diceva di essere stato percosso.

Gli undici anarchici che per due giorni sono rimasti sulle torri sono quasi tutti studenti universitari. Uno solo è un operaio, due minorenni (il padre di uno di loro aveva presentato denuncia di scomparsa alla polizia milanese). Nel gruppo c’era anche Leonardo Clax, 21 anni, che subito dopo l’attentato alla Banca dell’Agricoltura di piazza Fontana, venne fermato dalla polizia e subito dopo rilasciato.

I manifestanti sono scesi dalle mura poco prima delle tredici di ieri mattina. Hanno lanciato di sotto numerosi volantini e poi, uno alla volta, hanno raggiunto il piazzale dove c’erano ad attenderli diversi agenti di polizia. Non hanno opposto alcuna resistenza. Mentre una cinquantina di giovani appartenenti al «movimento studentesco» protestavano per l’azione degli agenti, gli anarchici sono entrati nelle vetture e accompagnati al commissariato di zona. Dopo gli interrogatori sonò stati rilasciati e denunciati per manifestazione non autorizzata.

Nel gruppetto c’erano, come abbiamo detto, anche due ragazzi di quindici anni. Uno di loro era ricercato dalla polizia perché il padre aveva presentato denuncia di scomparsa presso la questura di Milano. Gli anarchici avevano inscenato la manifestazione di protesta sulle mura di Porta San Giovanni il 1. Maggio.

Raggiunta la vetta delle torri avevano steso lungo le mura dei grandi striscioni ed avevano cominciato a lanciare di sotto dei volantini in cui, tra l’altro, sì diceva: «Pinelli è stato suicidato, chi è colpevole della sua morte?» oppure «Valpreda è in carcere innocente: chi sono i colpevoli della strage di Milano?».

Advertisements

Tag: , , , , , ,


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: